Parrocchia più semplice

18 Ottobre 2020 – Anno A

XXIX Tempo Ordinario

Omelie

Domenica XXIX T.O. A – Fede e politica

Marco Andina

Al tempo di Gesù si era consolidato in Giudea il dominio politico di Roma. L’imposta da pagare in moneta romana ne costituiva il segno tangibile. Il fatto naturalmente sollevava malumori e resistenze. I farisei, alla disperata ricerca di pretesti per accusare e condannare Gesù, colgono l’occasione per cercare di metterlo in difficoltà con una domanda…… Leggi tutto

Domenica XXIX T.O. A – Il potere e la coscienza

Piero Buschini s.j.

L’episodio evangelico si colloca nel contesto delle dure polemiche dell’ultima settimana di Gesù a Gerusalemme. I farisei, con intenzione ostile, chiedono a Gesù una presa di posizione in un campo compromettente, quello della politica: «È lecito pagare il tributo a Cesare?» (cfr. Mt 22,17). Il tributo pagato ai romani non era gravoso, ma odioso. Ricordava… Leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli abbonati a Parrocchia Più Semplice

Preghiera fedeli

Preghiera dei fedeli

Questo contenuto è riservato agli abbonati a Parrocchia Più Semplice

ℜ. Ascoltaci, Signore

  1. Per la Chiesa, perché cerchi sempre prima di tutto il regno di Dio senza lasciarsi imprigionare da ambizioni di successo mondano, né sedurre da alleanze ambigue con i poteri di questo mondo. Preghiamo: ℜ.
  2. ... Leggi tutto

Esegesi

Mt 22,17: A quale tipo di tassa si allude in questo passo?

Gian Luca Carrega

Oltre alla tassazione sui prodotti del suolo e ai dazi doganali, i Romani imponevano una tassa sulle persone fisiche che è nota come tributum capitis. Era fissata nella somma di un denaro ed era il simbolo più evidente della sottomissione al dominio straniero, per questo particolarmente avversa.

Questo contenuto è riservato agli abbonati a Parrocchia Più Semplice

Mt 22,21: Dove sta il punto di comparazione nel detto di Gesù?

Gian Luca Carrega

Sembra che il primo a mettere in connessione la moneta con l’immagine di Cesare con l’uomo che reca in sé l’immagine di Dio (cfr. Gen 1,26-27) sia stato Tertulliano nel II d.C. La probabile similitudine evocata da Gesù è che, come l’effigie dell’imperatore garantisce l’effettivo valore della moneta, così l’essere a immagine di Dio fonda… Leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli abbonati a Parrocchia Più Semplice

Abbonamento Parrocchia Più Semplice